×


TECNOLOGIE DI CARTA AL FONDACO DEI TEDESCHI DI VENEZIA

TECNOLOGIE DI CARTA AL FONDACO DEI TEDESCHI

La collaborazione tra Fondaco dei Tedeschi e il corso “Tecnologie della carta” che si svolge all’interno l’indirizzo di studi Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, nasce dalla mostra “Un mese di carta”, ospitata dal 2018 presso la Galleria Internazionale d’Arte Moderna Ca’Pesaro a Venezia. A questa esposizione partecipano i migliori lavori di paper design prodotti dagli allievi del proff. Dario Cestaro.

Il Paper design è un ambito relativamente nuovo, emerso soprattutto durante quest’ultimo decennio.
I settori in cui si applica sono molteplici: editoria, merchandising, arredo, mobilio, illustrazione editoriale e pubblicitaria, scenografia e animazione. In questo panorama va inclusa anche la grande tradizione dei libri pop-up, dove la paper engineering trova le sue espressioni più virtuosistiche. Una pratica che affonda le radici nel quattordicesimo secolo, proseguendo longeva fino ai giorni nostri.

Ad alimentare la tendenza verso l’utilizzo della carta, c’è da un lato l’esigenza di molte aziende nel percorrere alternative ecologiche rispetto l’uso della plastica, a causa del devastante impatto che sta avendo sul nostro pianeta e dall’altro una volontà di ricerca artigianale e analogica, capace di restituire una dimensione intima, sempre più accantonata dalle tecnologie digitali. La carta ha una natura organica e delicata che assieme alla sua presenza domestica le conferiscono qualità in grado di instaurare un rapporto confidenziale con il pubblico.

Tecnologie della carta è un corso di approfondimento e specializzazione nell'ambito del paper design e delle sue diverse sfaccettature artistico-commerciali.

Nel 2019 per la mostra “Un mese di carta” è stata sviluppata la tematica della “Paper mask”, pensata come oggetto d’esposizione spettacolare e scenografico destinato alle vetrine di un esercizio commerciale. È stato proprio questo soggetto, il link che ha stimolato la nascita della collaborazione tra Fondaco dei Tedeschi e Accademia di Belle Arti di Venezia, grazie soprattutto al supporto del Direttore Giuseppe La Bruna dell’Accademia veneziana e del Direttore Visual Giampaolo Di Fino del DFS Fondaco dei Tedeschi.

Tra le 22 maschere che hanno partecipato alla mostra ne sono state selezionate 12 per essere esposte al Fondaco. Ai relativi autori sono state offerte altrettante borse di studio affidando loro anche la realizzazione delle 12 preziose vetrine del centro commerciale situato nel cuore di Rialto.

I soggetti sviluppati per l’allestimento, sono dei diorami retroilluminati, in cartoncino tagliato al laser.  Il tema unitario delle 12 immagini  è il “Carnevale degli animali” con evidenti riferimenti alla composizione di Camille Saint-Saëns.

Le vetrine saranno esposte da sabato 8 a martedì 25 febbraio 2020.

Gli studenti coinvolti nella realizzazione delle vetrine sono 14: Lisa Baratto, Sara Bassetto, Silvia Bruttomesso, Beatrice Dal Ben, Elena Dolci, Alessandro Durighello, Cecilia Fasoli, Alessia Lorenzi, Davide Marsala, Eloisa Meggiolaro, Marta Modini, Pan Sitong, Annamaria Piran, Greta Vettori.

 

 

Allegati