Discordia vs Memoria Istruttiva

una giornata di seminario/studio con: BOLOGNA VIOLENTA (Nicola Manzan; Alessandro Vagnoni) & CLAUDIO ROCCHETTI

Dipinto di Caspar David Friedrich, “Il mare di ghiaccio” (in tedesco “Das Eismeer”), conosciuto anche come “Il naufragio della speranza”; olio su tela; 1823-1824 Bologna violenta. Claudio Rocchetti

corso di: Pittura/Progettazione Multimediale/Applicazioni Digitali per l’Arte

Aree tematiche:

- l’assenza del retinico e il rapporto fra la ricerca sonora, intesa come operazione di sound art;

- il “disegno”, inteso quasi esclusivamente come struttura di progettazione;

- il testo, nelle sue possibilità che si esprimono anche nella coerenza della titolazione di un lavoro/opera;

L’importanza del titolo come possibile sintesi finale è, difatti, spesso dimenticata in ragione di una meno delineata formazione in ambito contemporaneo. Non a caso il riferimento si declina nelle vicende delle avanguardie storiche, il dadaismo come riferimento nell’immediato, spostandosi necessariamente in quei fenomeni legati alle esperienze concettuali delle neo-avanguardie inquadrabili nella condizione post moderna teorizzata da Lyotard.

L’ambito della riflessione non prevede una soluzione necessaria ma individua volontariamente un approfondimento.

Da questa breve premessa ed escludendo per un breve momento l’appagamento retinico, si propone, durante la giornata di incontro con gli artisti Bologna Violenta (Nicola Manzan e Alessandro Vagnoni) e Claudio Rocchetti, uno scambio in forma di conversazione con i giovani artisti iscritti all’Accademia di Belle Arti di Venezia (si allegano le presentazioni oltre a delle note critiche sugli artisti).

Per l’occasione ci sarà anche la presentazione, in forma di ascolto (live), del nuovo lavoro discografico di entrambi gli artisti.

L'incontro è aperto a tutti gli studenti dell'Accademia e al pubblico.

 

L’immagine è tratta dalla copertina dell’ultimo lavoro discografico di Claudio Rocchetti, “Memoria Istruttiva”, Tannen Records 2016.
Dipinto di Caspar David Friedrich, “Il mare di ghiaccio” (in tedesco “Das Eismeer”), conosciuto anche come “Il naufragio della speranza”; olio su tela; 1823-1824

Allegati